Attenzione! Questo sito usa cookie!

Tommaso Esposito

DSCF9253

Cinquantadue anni, felicemente sposato, con tre figli. Avvocato, la politica e l’impegno sociale sono da sempre la sua passione. Negli anni ’80, con Mons. Riboldi, da vita, come rappresentante degli studenti dell’ allora liceo “R. Caccioppoli” di Acerra, al Movimento anticamorra diffusosi in tutta Italia diventando, poi, il primo presidente dell’ “Associazione Napoletana Studenti contro la Camorra”. Gli anni della formazione politica e culturale lo hanno visto impegnato nella Federazione Giovanile Comunista Italiana prima e nel Partito Comunista Italiano poi. E’ stato segretario cittadino e dirigente provinciale della Federazione Giovanile Comunista Italiana e, negli anni accademici 89-90 e 90-91, rappresentante degli studenti nel Consiglio di Facoltà di Giurisprudenza della Università Federico II di Napoli. Dopo essere stato dirigente del PCI ha continuato il suo impegno politico per l’unità della sinistra nell’Associazione per il Rinnovamento della Sinistra , di cui è stato Consigliere Nazionale. Tra i fondatori dell’Associazione dei Giuristi Democratici presso il Foro di Nola continua il suo impegno nell’avvocatura sui temi della tutela dei diritti. Impegnato nel movimento per la pace e per la promozione dei diritti umani, ha aderito alle campagne e alle iniziative promosse dalla Tavola della Pace di Assisi. Diffusa la notizia della localizzazione dell’inceneritore ad Acerra, insieme ad altri cittadini, ha promosso da subito l’incontro di tante Associazioni, dando vita al Comitato Cittadino contro il Megainceneritore di Acerra, del quale è stato portavoce. Tra i protagonisti della battaglia, ha organizzato manifestazioni, partecipato a dibattiti, diventando riferimento della lotta all’incenerimento dei rifiuti a livello nazionale ed europeo. Infatti, è stato fra i promotori della rete nazionale “Rifiuti Zero”, costituitasi ad Acerra come ulteriore e più diffuso piano di lotta all’incenerimento dei rifiuti. Dal 2004 al 2008 è stato Consigliere Comunale eletto, come indipendente, nelle liste del Partito della Rifondazione Comunista. Nel 2015 è, espressione del lavoro del Cantiere della Sinistra Unita di Acerra, laboratorio politico della sinistra locale, candidato alle elezioni regionali nella lista Sinistra al Lavoro per la Campania, con Salvatore Vozza Presidente. Nel 2016 aderisce al percorso costituente di Sinistra Italiana e a febbraio 2017 entra a far parte dell’assemblea nazionale del partito: l’ambizioso orizzonte che continua testardamente a perseguire è la costruzione di una nuova sinistra unita, capace di indicare una strada percorribile e praticabile per contrastare le politiche di austerità e la deriva autoritaria in atto. Da sempre lo avvince lo entusiasma, infatti, l’idea che la politica debba rappresentare le istanze dei movimenti e i bisogni delle donne e degli uomini, specie di chi paga il prezzo dell’ingiustizia sociale. Oggi è il candidato Sindaco di “AlternativAcerra – a sinistra”, coalizione sociale e politica sostenuta da Sinistra Italiana, Rifondazione Comunista, Possibile e demA, espressione di un percorso di partecipazione popolare costruito con assemblee tematiche e momenti di discussione e confronto coi cittadini, coi comitati, con le associazioni e con i movimenti.

RSS
EMAIL
FACEBOOK
GOOGLE
http://alternativacerra.it/tommaso-esposito/">
TWITTER